Revocato il diritto al maxi assegno divorzile a favore dell’ex moglie di Berlusconi

separazione-divorzio-convivenza
Spese straordinarie in caso di separazione o divorzio: al via le Linee Guida del Tribunale e della Corte di Appello di Milano
06/12/2017
Nella separazione e nel divorzio il nuovo ruolo dell’avvocato
Moglie over 60: confermato il suo diritto all’assegno divorzile
06/12/2017

Revocato il diritto al maxi assegno divorzile a favore dell’ex moglie di Berlusconi

divorzio-breve-economico

Revocato il diritto al maxi assegno divorzile a favore dell’ex moglie di Berlusconi

La Corte d’Appello di Milano con setenza del 16.11.17 ha accolto il ricorso presentato da Berlusconi per la riforma della sentenza di divorizo di primo grado che aveva riconosciuto all’ex moglie il diritto ad un ingente assegno divorzile.

Invocando le recenti pronunce con cui le Sezioni Unite Civili hanno escluso il parametro del tenore di vita in costanza di matrimonio, l’appellante ha ottenuto l’applicazione dei principi dell’autosufficienza e dello stato di bisogno dell’ex coniuge divorziato.

La sentenza ha quindi accolto l’appello e dichiarato il venir meno del diritto della controparte a percepire un assegno divorzile in considerazione «non solo dell’autosufficienza, ma del benessere economico della signora B.». La Corte infine, «ritiene opportuno ed equo far decorrere la revoca dell’assegno divorzile non già dalla domanda, come richiesto dall’appellante, ma dal mese successivo alla pubblicazione della sentenza di scioglimento del matrimonio», compensando le spese di lite.

Séparati&Divorzia